2008/01/01

L'anno che verrà/viene


Belle notizie: ritorna "L'allenatore nel pallone". Veramente ci mancava proprio un film che riprendesse le vicende umane di Oronzo Canà!

Il Paese va avanti, il Paese ce la può fare. Il Presidente Napolitano, nel suo discorso di fine anno, cerca di convincerci tutti, a cominciare da sè stesso.

Certo sarebbe bello: un Paese che guarda avanti. Che lascia spazio ai giovani, alle idee nuove.

Di nuovo mi ritorna in mente San Giovanni della Croce:

"Per arrivare dove non sei mai stato devi percorrere i sentieri che non hai mai percorso"
.

E da noi infatti le novità consistono nel libro-autobiografia di Mike Bongiorno, nell'atteso ritorno della Carrà, nello spettacolo domenicale dell'inossidabile Pippo.

Ma forse la colpa è anche dei giovani.

Forse occorrerebbe un po' di coraggio, di rottura degli schemi. Un nuovo '68? Un nuovo 1848?

Guardate ragazzi che questi qui non schiodano, non se ne vanno via da soli ma solo se qualcuno li caccia via.

Meno Play Station e più idee, più fantasia, giovani.

Aprite la finestra, che l'aria è viziata. Lo dico, in fondo, più per voi che per me.

Fidatevi del vecchio e buon anno, ragazzi, buon anno.

1 commento:

biankaiser ha detto...

Auguri, sobillatore.....