2007/03/08

Cronache dal Meschino


Come sapete negli ultimi mesi il Nostro ci ha lasciato privi di quei famosi outing che lo hanno reso una vera leggenda vivente. Ma gli exploit degli ultimi giorni ci hanno ricompensati ampiamente dell'attesa.

I temi oggetto delle ultime esternazioni hanno spaziato l'intero scibile umano e chi vi
scrive ha faticato a riportare la pletora di concetti trascinati da un fiume in piena.

I punti salienti hanno riguardato:

A) la fotografia; il Nostro ha stroncato le digitali Canon (e specificamente il modello 350D) 'leggere, non pesano niente, macchine per Barbie' mentre ha elogiato, al contrario, una specifica marca di zoom sbilanciandosi con 'io uso solo i Tamron che sono ottimi e di costi contenuti'.
A chi gli chiedeva quando avesse utilizzato la Canon incriminata rispondeva di 'averla presa in mano una volta da un negoziante'. Alla domanda 'quanti zoom Tamron possiedi in questo momento il Nostro si eclissava...

B)... per riemergere pochi giorni dopo affrontando un altro tema scottante, la mobilità nei trasporti. Se la prendeva con un nosto collega che, viaggiando su uno scooter, si era permesso di lamentare i notevoli costi di manutenzione. 'Ma perchè non ti fai la moto, no?' esordiva il Nostro, e giù ad elogiare la netta superiorità del cavallo d'acciaio rispetto agli scooter. Alla mite domanda del sottoscritto 'Ma tu ci sei mai salito su una moto? Sei in grado di guidare utilizzando il cambio a pedale? Conosci lo stress del condurre un mezzo del genere nel caotico traffico romano? Conosci i costi della manutenzione, decisamente più alti che per gli scooter' il Nostro guadagnava, mugugnando l'uscita ma...


C) ... come un'Araba Fenice risorgeva intervenendo in una discussione sulla nostra capacità di risparmio. Gli si faceva osservare che, vivendo ancora a casa dei genitori (il Nostro ha abbondantemente superato la trentina e anche la quarantina) era forse l'unico in grado di mettere, come suol dirsi dalle mie parti, un po' di paglia in fienile. Ma anche qui il Nostro replicava da vero mattatore, affermando di accollarsi, da anni e anni, tutte le bollette domestiche per contribuire al menage familiare nonchè, aggiungeva, i costi della colf. Chiamato dal sottoscritto a quantificare questi ultimi il Nostro determinava in '50 euro a botta' l'importo. Dunque non è molto, gli facevamo osservare, trattandosi di circa 200 euro mensili. 'Ma no', scattava il Nostro 'sono 50 euro tre volte a settimana'.
'600 euro?' chiedevamo increduli. E lui, leggermente alterato, ci comunicava che il costo comprendeva anche la manutenzione del parco, un area di circa 8000 mq.

appendice

Abbiamo candidato la residenza del Meschino, i suoi alani, i cavalli, i domestici in livrea e l'immenso parco per la prossime caccie alla volpe, presenti, speriamo, anche il principe Carlo e la graziosa consorte Camilla.

1 commento:

squalo92 ha detto...

veramente una valanga di cazzate sparate a bruciapelo.