2006/07/28

Porte chiuse




Ho chiuso la porta in faccia a svariate persone, ultimamente. Scrivo “chiuso” e non “sbattuto” perché la mia filosofia mi consiglia di evitare inutili arrabbiature.

Se vai a vedere, retrospettivamente, si tratta sempre della stessa fauna di persone che conoscono a menadito l’arte del “prendere” e poco o affatto quella del “dare”.

Dunque, onde risparmiarci ulteriori complicazioni, non mi vedranno più.

Voglio imparare sempre di più a star bene con me stesso, a prescindere da tutto e da tutti. Fare le cose perchè le trovo giuste e non perché qualcuno me le impone.

Del resto è sempre la cosa che più preferisco: mangiare quando ho fame, dormire quando ho sonno.

Più semplice di così!

3 commenti:

Rumenta ha detto...

Concordo.

Mi domando perché, chi si trova poi dalla parte sbagliata di quella porta non lo voglia capire.

Anonimo ha detto...

La penso come te..........ma attento che la porta potrebbe tornare indietro....

Anonimo ha detto...

tu chiudi le porte....mentre gli altri te le sbattono in faccia :-(