2007/07/10

Tutti dietro alla palla


Mi permetto un parallelo con l'odiato mondo del calcio: vi ricordate quelle partite in parrocchia dove tutti i giocatori, compresi i portieri, correvano dietro al pallone?
Questo Paese è così: tutti dietro alla stessa idea. Adesso è la crisi della politica, tra una settimana sarà lo 'scalone pensionistico', poi verrà la legge 'antiribaltone". Tralaltro avete mai provato a spiegare (e tradurre!) a un amico, che so, tedesco oppure americano termini come "ribaltone", "Roma ladrona", "minicondono"?

Adesso è il momento della 'crisi della politica' e sono certo che, a forza di parlarne, ci stancheremo e la dimenticheremo presto. Come la campagna radicale per la fame nel mondo: c'era un momento in cui, capitanati da Marco Pannella, tutti, politici, gioranlisti, intellettuali ed 'intellighentia varia' erano focalizzati sul problema dei poveri bimbi africani che morivano sotto il morso della carestia.

Non ne parlamo più perchè, ora l'abbiamo risolto? I bambini sono tutti alimentati a merendine Mulino Bianco ad ogni latitudine? Sicuri?

Vedrete che i nostri amati politici taglieranno due telefonini e tre auto blu (tralatro a molti non piace il colore e opteranno per auto rosse risolvendo un annoso problema). Al posto dei cellulari prenderenno dei ben più costosi 'blackberry'.

Fatta la legge, trovato l'inganno. Oppure: trovato l'inganno si fa presto, con questa gente, a fare una leggina!
Baci baci, m.

1 commento:

vietato cliccare ha detto...

spesso la legge è l'inganno.