2007/01/29

...erba in piazza Venezia


Scompariremo presto, noi, l' umanità.
In primo luogo per la criminale_coglionaggine dei nostri governanti. E in secondo luogo per la nostra ipocrita creduloneria.

Mi spiego meglio. Telegiornale: allarme per l'effetto serra, la temperatura si innalza, i ghiacciai si sciolgono, si alza il livello dei mari, desertificazione, calano le scorte di acqua potabile (acqua! non petrolio), gli scienziati dicono, gli esperti affermano, i climatologi deducono...

Tutti allarmati, insomma.
Tre minuti dopo: è uscita la nuova BMW, motore da 367 cavalli, 'sportiva' (che fa, il jogging tutte le mattine?), e consuma 'solo' 11 litri di benzina per 100 km, un vero affare.

E la stessa gente che un attimo prima era seriamente preoccupata dal global warming osserva queste due tonnellate e mezzo di metallo e plastica (ma la plancia è in rovere) con un desiderio che sfiora la lussuria.

Ma che c'entra, vi chiederete, il titolo del post odierno?

Presto detto: estinta l'umanità comincerà a crecere l'erbetta nelle strade e nelle piazze. Conigli e camosci saltelleranno tra i Fori Imperiali e piazza di Spagna.

Il mondo, liberato, respirerà a pieni polmoni.

1 commento:

Bulbo Oculato ha detto...

in piazza di spagna ci sono già i camosci, li ho visti in vetrina da Dior.